Chi è online

 80 visitatori online

LA MOSCHEA

 

       Nel culto islamico è sempre luogo di preghiera, può essere destinato anche a scuola e dibattito. Le loro costruzioni vanno tuttora moltiplicandosi: dalle più umili, ricavate da locali impropri e dismessi, alle più monumentali, erette ad arte nelle città e nelle regioni di nuova espansione dell’Islam.

La più antica corrisponde all’abitazione del profeta Maometto a Medina, tipica casa mediterranea circondata da ampio cortile quadrato racchiuso da muro ospitante un portico su un lato destinato ad accogliere i proseliti.

        Tale tipologia dettò le regole di base per la costruzione di nuove moschee.

        Nel 638 la grande moschea di al- Kufa introdusse gli accessi da tre lati del cortile e collocò la sala di preghiera sul quarto lato, coperto da tetto piano e sostenuto da cinque file di colonne; la preghiera avveniva restando rivolti a tale lato (orientato verso la Mecca). Successivamente la stessa Moschea fu riedificata con l’aggiunta di un portico sui tre lati e divenne modello mai più modificato ma solo eventualmente accresciuto di altre strutture come la nicchia (mirhàb)a fianco ad un pulpito (minbar) ed un recinto (maqsùra) per il sovrano, al centro della sala di preghiera (qibla). Altra innovazione si ebbe con l’introduzione di una navata ortogonale alla sala di preghiera ed una cupola al di sopra del loro incrocio. Col tempo si specializzò la struttura a torre specifica (minareto) per chiamare i fedeli alla preghiera.

          Col tempo e con gli apporti delle culture locali, sono sorte innumerevoli varianti tipologiche che hanno risolto la moschea in un'unica sala o l’hanno articolata in veri e propri complessi urbani.  

     La “Grande Moschea” MASJID AL HARAM di la Mecca in  Arabia Saudita, dell’anno 638 conserva la “pietra nera”; può ospitare oltre ottocentomila fedeli.

     Roma ospita la più estesa moschea d’Europa, costruita nel 1995 dall’architetto Portoghesi; occupa

trentamila metri quadrati ed accoglie trentamila fedeli.

      La moschea di maggior ampiezza di superficie è il Santuario dell’imam Ridha che riposa nel mausoleo sotto la grande cupola d’oro a MASHHAD in India.

Risale all’anno 818, copre seicentomila metri quadrati e può accogliere fino a settecentomila fedeli. Comprende la Moschea di GOHARSHAD, un museo, una biblioteca, quattro seminari, un cimitero, una università, sale di accoglienza e di preghiera.

              La Moschea di Casablanca, costruita da Re Hassan II nel 1961, vanta il minareto più alto del mondo coi suoi 210 metri di altezza.  

Fra le tante costruite col fango, la più imponente e la Grande Moschea di DJENNE’ (Mali) comprendente un mercato e 1800 abitazioni.

Una meraviglia assoluta è il celebre mausoleo di Taj Mahal ad Agra (India) con splendidi marmi, fontane, vasche e giardini.

 


                                                                                                                                      

 

 

joomla template