Chi è online

 63 visitatori online

MAUSOLEO DI TEODORICO

 

Re degli Ostrogoti, Teodorico (454 – 526)  governò a Ravenna e Verona.
Nella sua politica coesistevano elementi gotici e romani. Persecutore dei Cristiani, malvisto dalla tradizione letteraria italiana, è celebrato come eroe nelle saghe germaniche.
Secondo leggende discordanti Teodorico morì precipitando in un vulcano o trascinato in cielo da un cavallo o impazzito alla vista di un nemico rianimato nella bocca di un pesce servito a mensa.
Il mausoleo sorgeva sula riva del mare (oggi arretrato) accanto ad un faro (scomparso).
Nel medioevo accolse sepolture gentilizie, come poi il Pantheon.
La massiccia costruzione è in pietra calcarea d’Istria bianca, a grossi blocchi squadrati, posati a secco.
Il suo piano inferiore è decagonale con aperture ad arco; il piano superiore anch’esso decagonale è arretrato, più asciutto e quasi cieco, con la fascia superiore cilindrica sormontata dalla calotta monolitica di 33 metri di circonferenza del peso di 300 tonnellate; il suo estradosso mostra 12 dentelli ansati forse usati per l’issaggio, forse destinati a sostenere grandi gruppi scultorei.

          

                                                             Mausoleo di Teodorico - Ravenna                                                                                                                       Sarcofago di Teodorico

 

joomla template