Chi è online

 167 visitatori online

STORIA


 

Ancor oggi le piramidi egizie sono viste come massimo esempio di architettura umana che evoca il mistero della morte, l'esaltazione dell'anima (nelle forme egizie più complesse e articolate delle tre qualità di Ra, Ba, Akh) e la celebrazione dei riti che attraverso la purificazione conducono alla divinizzazione e quindi all'immortalità.

I Testi delle Piramidi incise sulle pareti di cinque piramidi a Saqqara raccontano che gli albori della civiltà egizia videro al governo direttamente gli Dei, tanto da chiamarsi “Tempi di Dio”.

Con Menes (3185-3125 a.C.) si apre la I Dinastia di sovrani umani dopo le dinastie divine.

Il faraone è monarca assoluto. È potente e rispettato perché ha unificato gli antichi due regni del Basso Egitto (a nord, il delta del Nilo) e dell' Alto Egitto (a sud, la valle). Il re è Dio in terra.

Con la III Dinastia la capitale si sposta a Memphis. Il faraone Zoser fa costruire la grande piramide di Saqqara all'architetto Imhotep che modifica il disegno delle antiche mastabe, sovrapponendole con rientranze (ziqqurat) e rivestendole con pietra bianca.

  Piramide di Saqqara (Egitto) 

Piramidi di Giza (Egitto)    

Zoser  seguì la terna di faraoni Cheope, Chefren e Micerino, nati dalla moglie di un sacerdote di Ra unitasi a Ra stesso.

Con le costruzioni delle piramidi di Giza si era nell'Antico Regno, all'epoca della IV Dinastia (2630-2510 a.C.) quando si credeva che solo re e faraoni avessero natura divina, destinati al ritorno tra i padri celesti dopo la conclusione benefica della vita terrena.

Giza è alle porte di Menfi nel Basso Egitto, vicino a Saqqara, in prossimità dell’attuale Cairo.

Alla piramide di Unass (V Dinastia) risale il ritrovamento del Testo delle Piramidi.

Dal 20 sec. a.C. (Medio Regno) le piramidi sono in mattoni crudi (Dahshur e el Fayyum).

Nel Medio Regno il Testo dei Sarcofagi riprende i contenuti del Testo delle Piramidi, successivamente (XVI Dinastia) rielaborati nel Libro dei Morti.

Le ultime piramidi risalgono al Medio Regno (XII Dinastia), più modeste perchè più piccole ed in mattoni.

In Egitto sopravvivono una cinquantina di piramidi.

Nel Nuovo Regno le tombe si spostano nella Valle dei Re, si sdoppiano in templi e tombe (che diventano rupestri, cioè scavate nella roccia).

 

 

joomla template