Chi è online

 50 visitatori e 1 utente online

SARCOFAGI


 

Il sarcofago contenente la mummia è il cuore delle piramidi.

Esso, solitamente in pietra per i faraoni, contiene una serie di altri gusci in legno con iscrizioni e decorazioni simboliche e narrative delle vicende terrene del defunto ed esplicative dei rituali seguiti.

Sarcofagi interni ed esterni conseguono l'effetto della protezione antisettica attraverso la moltiplicazione delle sigillature ermetiche.

Quello esterno è spesso in granito o in diorite nera, di dimensione e peso gigantesco per solennità e per scoraggiare le ingerenze esterne. Si configura a sagoma evocativa della mummia con stilizzazione del corpo e con rappresentazione del volto del faraone ad alto rilievo sulla sommità del coperchio. Sulla faccia inferiore della base sono incise le generalità e i meriti del faraone.

La rappresentazione scultorea assume la doppia significazione inversa: del defunto che si pietrifica e della pietra che si vivifica.

Il peso e l'aspetto del sarcofago sono rispettivamente l'ultimo e il penultimo baluardo protettivo dalla profanazione della mummia: il peso, di svariate tonnellate, rendeva proibitiva ai malintenzionati la rimozione del sarcofago o anche solo l'apertura del coperchio; l'aspetto, possente, di figura dolce ma sottilmente guardinga e minacciosa, trasmetteva un senso di regale sicurezza con sospensione di sortilegi pronti a colpire l'empietà.

 

        


                

Coperchio del sarcofago di Ibi, intendente della Divina Adoratrice del dio Amon - Museo Egizio - Torino        

 

       

 

joomla template