Chi è online

 62 visitatori online

TESTI SACRI


 

Le Piramidi, come gli antichi Templi, erano vere Biblioteche che conservavano i libri più preziosi e segreti, soprattutto i testi sacri.

Per gli Egizi le iscrizioni avevano la funzione magica di dare immortalità a cose, animali e persone nominate.

I Testi Delle Piramidi incisi sulle pareti delle camere sotterranee delle piramidi, nell'Antico Regno, tra la IV e la VI Dinastia, magnificano il diritto dei re all'immortalità, esclusiva loro riservata.

I Testi dei Sarcofagi estendono ai nobili ed altolocati il diritto all’immortalità.

Dalla XVIII Dinastia le tombe conservano anche il Libro dei Morti  (XIX Dinastia, X-VIII sec a.C.) che, oltre a riportare i rituali funerari, ricorda il diritto all'immortalità esteso a tutti gli uomini purché in grado di costruirsi una tomba.

Il Libro delle Bolge è vera e propria guida di comportamento per il defunto nel suo viaggio verso l'aldilà.

I testi sono scritti su papiro o su tavolette di terracotta, gli ostraka. Sono di alto livello letterario, con gusto poetico, ricco di allegorismi e allitterazioni. Completati da splendide decorazioni descrittive policrome o da incisioni a bassorilievo.

http://www.masseiana.org/plates/ani_plates/pl01.JPG


 

joomla template