Chi è online

 9 visitatori online

INDUISMO


Sviluppato nella tradizione vedica (dal XV sec. a.C.) già trasformata dal Brahamanesimo (dall'VIII sec. a.C.). A partire dal III sec. a.C. l'Induismo avviò una propria diversa articolazione della concezione mistica e comportamentale. Tra le maggiori innovazioni fu l'introduzione della Trimurti (figura umana assisa rappresentata con tre teste) in cui confluivano le tre maggiori divinità di Visnù (dio supremo avente il compito della conservazione), Shiva (Dio personale avente potere di distruzione ) e Shakti (brahama) dea madre con l'attributo della creazione.

Il culto induista richiede preghiere e sacrifici sia domestici sia pubblici, con offerte di prodotti della terra, adorazione di immagini, pellegrinaggi in luoghi sacri, principalmente a Benares, e il rispetto di regole morali (dharma).

Alla dea Kali (divinità terribile e sposa di Shiva) si immolano anche animali.

Numerosi templi sono disseminati in India come luoghi di preghiera per residenti e pellegrini.

Sono considerate parentesi  eretiche gli scissionismi giainisti e buddisti.

Seguace e riformatore moderno fu il mahatma  Gandhi, fautore della nonviolenza.

TRIMURTI:

BRAHAMA Il Creatore

SHIVA Il Distruttore

VISHNU Il Conservatore


 

joomla template