Chi è online

 46 visitatori online

SAGHE GERMANICHE


Analogamente e in parallelo ai Celti, i Germani si distribuiscono nel continente europeo ma con maggiore penetrazione geografica e maggiore articolazione di culti, commisurati alle culture locali.

Per i Germani il cielo, la terra e le sue viscere, si dividono ciascuna in tre parti, ognuna affidata ad una divinità. Il più alto dei cieli, dimora degli dèi, è governato da Odino-Wodan. Accanto a lui sono potenti Thor, Ercole e Ziu (Marte). Odino è il Dio dei guerrieri vichinghi; Thor è il Dio della tempesta e della fertilità.

Odino è anche Dio della saggezza e del premio finale: dalle Valchirie, indomite amazzoni, fa portare nel Valhalla i guerrieri meritevoli.

I culti erano praticati in privato, in casa e in pubblico, all'aperto nei boschi, forse anche con sacrifici umani, pare, nella festa degli equinozi.

Al di sopra della potenza di Odino era solo il Fato.

Per i defunti era previsto una forma di Limbo grigio, se erano senza meriti né colpe, o un Inferno di triboli, o un Paradiso allietato dalle Valchirie con canti, suoni, giochi e cibarie ininterrotte.

Per gli uomini, per il mondo e per gli dèi prevedevano una caduta del Mondo, il Crepuscolo degli Dèi, con distruzione totale prima e rigenerazione paradisiaca finale.

 

 


             

 

 

joomla template