Chi è online

 52 visitatori online

CIMITERI ITALIANI

 


VERANO – ROMA.

Storico Cimitero della città. Il monumentale ingresso è sorvegliato da quattro grosse statue del Silenzio, della Carità, della Speranza e della Meditazione. Tra le sepolture illustri si trovano il Trilussa, il Belli, Ettore Petrolini, Aldo Fabrizi, Alberto Sordi, Roberto Rossellini, Edoardo e Peppino e Titina    de Filippo, Vittorio de Sica, Natalia e Leone Ginzburg, Marcello Mastroianni, Raimondo Vianello.


 

MONUMENTALE - MILANO

Si sviluppa su 25 ettari. Nacque, nel 1866, in stile neoromanico subito aperto anche ad acattolici ed ebrei. Nel suo corpo principale, il Famedio, troneggiano le tombe di Alessandro Manzoni e Carlo Cattaneo.


 

PORTE SANTE - FIRENZE

Cimitero sorto nel 1837 accanto alla Basilica di S.Miniato. Vi riposano anche Carlo Collodi, Felice Le Monnier, Ciro Menotti, Giovanni Papini, Vasco Pratolini, Ottone Rosai, Gaetano Salvemini, Edoardo Spadaro, Giovanni Spadolini.


 

MONUMENTALE - TORINO

Sviluppa  12 Km di portici arricchiti da sculture di pregio artistico. Accoglie un Santuario Crematorio del 1882. Vi riposano anche Adelaide Aglietta, Mike Bongiorno, Fred Buscaglione, Edmondo de Amicis, Battista  e Andrea e Sergio Pininfarina, Massimo d’Azeglio, Vincenzo Gioberti, Arturo Graf, Primo Levi, Nils Liedholm, Franco Lucentini, Erminio Macario, Rosa Vercellana (detta la Bela Rosin), le vittime di Superga.      



 

BONARIA - CAGLIARI

La stessa area era già stata prescelta come Necropoli  dai Punici e dai Romani e dalle prime comunità cristiane. Il francese Vuiller scrisse (1890) "Qui i monumenti funerari sono di rara ricchezza. … Non c’e niente di funebre in questo asilo … Si può finanche credere che il culto eccessivo con cui si onorano i defunti ha per causa veritiera la passione per il lusso e l’orgoglio dello sfoggio.”

 


 

POGGIOREALE - NAPOLI

Abbraccia un’area comprendente numerosi Cimiteri di  epoche diverse, formanti una vera e propria conurbazione cimiteriale.

Lo snodarsi sul fianco della collina con tombe e chiese immerse nel verde lo mostra come versione mediterranea del Père Lachaise di Parigi.

Nel suo ‘Quadrato degli uomini illustri’ si trovano anche Benedetto   Croce, Francesco de Sanctis, Salvatore di Giacomo, Gaetano Donizetti, E. A. Mario, Saverio Mercadante, Raffaele Viviani, Carlo Pisacane, Luigi Settembrini.

Accanto al Monumentale si sviluppano il Cimitero della Pietà, il Cimitero Nuovissimo, il Cimitero Inglese della Doganella e i Cimiteri Ebraici. Nel vicino Camposanto di S. Maria del Pianto riposa anche Totò (vedere TOMBE FAMOSE/MITI MODERNI/TOTÒ).

 


 

STAGLIENO - GENOVA

Tra i suoi pregi particolari si ammirano la personalità paesaggistica e i gioielli architettonici e scultorei. Hemingway lo propose tra le Sette Meraviglie moderne.

Mark Twain scrisse (1867) “… queste lunghissime file di incantevoli forme sono cento volte più belle della statuaria danneggiata … salvata dal naufragio dell'arte antica ed esposta nelle gallerie di  Parigi per l'adorazione del mondo. “ (Vedere voce TOMBE SPECIALI/LA NOCCIOLAIA)


 

 

PALERMO - CIMITERO DEI NOBILI

Come tutte le grandi città di antica formazione e con ricche stratificazioni storiche, Palermo è dotata di numerosi Cimiteri, pubblici e privati.

Il CIMITERO DI SANT’ORSOLA dal 1783 conserva lapidi e tombe della nobiltà palermitana del Settecento e dell’Ottocento. Vi riposa anche Giovanni Falcone.

Il CIMITERO di SANTA MARIA DEI ROTOLI nacque come ampliamento nel 1837. Ospita anche Franco Franchi.

Nel CIMITERO DEI CAPPUCCINI si può visitare anche la tomba di Tomasi di LAMPEDUSA. L’attiguo Convento conserva le CATACOMBE cristiane riutilizzate dal ‘500 per l’imbalsamazione e la mummificazione, soprattutto di frati dell’Ordine, con particolari processi chimici favoriti da naturali essiccamenti.


 

BOLOGNA

Sorse nel 1801 sulle strutture della Certosa di S. Gerolamo fondata nel quattordicesimo secolo.

“Museo all'aria aperta”, visitato da Chateaubriand, Byron, Dickens, Mommsen, Stendhal. Il Terzo Chiostro (o della Cappella) è un ciclo notevole di ispirazione neoclassica e simbologia illuministica; forse uniche nel mondo sono le sue tombe dipinte a tempera e quelle realizzate in stucco e scagliola.

Vi si trovano le spoglie di Riccardo Bacchelli, Giosuè Carducci, Lucio Dalla, Alfieri Maserati, Giorgio Morandi, Ottorino Respighi.