Chi è online

 36 visitatori online

COSCIENZA


In senso morale viene riferita al corretto o scorretto comportamento con le espressioni di buona o cattiva, pulita o sporca coscienza.

In senso lato la coscienza è la con-conoscenza o sapere-insieme o consapevolezza. Può abbracciare la autoconsapevolezza e le relazioni con il proprio ambiente esterno.

Si è soliti distinguere tre stati o strati di coscienza : il conscio, il subconscio e l’inconscio.

Si può intendere per coscienza l’accettazione della conoscenza e la sua applicazione.

Si è orientati a credere che la coscienza sia prerogativa umana preclusa agli animali.

È verosimile che la coscienza e ancor più l’autocoscienza possano formarsi solo dopo la nascita ed in fase avanzata della crescita, quando cioè siano stati acquisiti sufficienti elementi di informazione e di confronto con gli altri e col mondo circostante.

Tale formarsi tardivo della coscienza fa escludere che la coscienza coincida con l’anima; significherebbe che il bambino, fino a una certa età, ne sarebbe privo, come sostenuto dall'Islam. Salvo credere ad un’anima latente o temporaneamente assente.


 

 

 

joomla template