Chi è online

 42 visitatori e 1 utente online

ORIGINI NELLE RELIGIONI


Dalle epoche più remote la religione ha anticipato le scienze nella ricostruzione narrativa delle vicende che hanno condotto alla nascita del mondo e dell’uomo.

È costante il ricorso alla volontà creativa, dal nulla o dal disordine, di uno o più divinità così pure la concezione di un inizio del Mondo senza successive evoluzioni. Può sorprendere non tanto la varietà di proposte ricche di significati e riferimenti quanto la convergenza di taluni passaggi quali il caos e le tenebre primordiali, l’assenza iniziale d i terre emerse o il sovrapporsi di diluvi universali e la nascita o rinascita dalle acque, il percorso di sofferenza seguito ad un iniziale periodo paradisiaco.

Ricorre frequente il contradditorio sulla preesistenza, la creazione e l’evoluzione.

La sintetica rassegna che segue mette a confronto le rade contrapposizioni interpretative e mostra le numerose analogie al di là delle apparenti varianti culturali e ambientali.

ABORIGENI AUSTRALIANI

Credono che mitiche creature di sogno crearono il mondo animato ed inanimato.

AMERINDI APACHE

Dallo sguardo di un Autore apparvero la luce e i colori. Egli creò anche altri dèi ed il Sole, gli astri, i venti, la tarantola e una pallina di terra  che crebbe fino alle misure attuali.

AMERINDI CHEROKEE

Lo scarabeo acquatico Dayuni’si formò le terre prelevandole dal fondo marino. Il battito delle ali  di un grande falco colpì le terre  modellandole. Gli animali crearono il Sole.

AMERINDI IROCHESI

Al principio c’era solo acqua. Nel suo ‘Mondo del Cielo’una donna ispirata da un sogno propose di allargare gli spazi abitabili ma sprofondò nel mare. Venne soccorsa da un pesce-falco che la sostenne mentre uno svasso e le anatre trasportavano fango dal fondale, coadiuvate da un castoro, per formare un giaciglio sul dorso di una tartaruga. Altri animali continuarono l’opera di allargamento del terreno ospitale fino ad estenderlo alla Terra intera.

AMERINDI NAVAJO

In principio c’erano solo speciali personaggi che vivevano sottoterra. Obbligati a risalire in superficie rimodellarono i mondi incontrati. Dalle bucce del mais crearono il primo uomo e la prima donna e dettero loro i primi insegnamenti di comportamento.

ASIATICI  AINU

Credono che le terre siano sostenute da una trota galleggiante sulle acque marine che provoca maree, tempeste e terremoti. Kanui, la divinità creatrice, abitante nel più alto di sei cieli, aveva mandato Aioina agli uomini per insegnare loro la caccia e la cucina.

ASIATICI DEL SUD-EST

Nella tradizione Hmong, o Miao,un tempo la Terra era sommersa dalle acque. Si erano salvati solo una coppia di fratello e sorella. Con l’inganno il fratello ottenne l’incesto ma ne nacque una creatura inumana, una zucca, che fatta a pezzi generò una serie di nuove popolazioni.

AZTECHI

Un loro mito li vuole creati da due divinità  gemelle. In altro mito si crede che si stia esaurendo un quinto ciclo preceduto da quattro cicli conclusi con catastrofi universali.

BRAHAMANI

Distinguono Brahaman come Essere infinito, origine di tutti gli esseri viventi, da Brahama sua manifestazione e primo essere creato al partire di ciascun ciclo, come nell’Induismo.

BABILONESI

Il dio Marduk abbattè i nemici Tiamat e Kingu dividendo il primo in due parti divenute Cielo e Terra ed il secondo per generare l’umanità.

BANTU’

Il gigante Mbombo dal Caos e Buio primordiale creò prima  il Sole e le Stelle poi le piante, la donna, gli animali, la medicina e la luce.

BUDDISMO

Esclude le indagini sulle origini del Mondo ritenute inutili alla ricerca dei rimedi per curare la sofferenza umana.

CRISTIANI/EBREI/MUSULMANI

Condividono il racconto del Genesi nella Bibbia che vede Dio in sei giorni creatore del Mondo e della vita, partendo da un caos primitivo per giungere alla luce, alle piante, agli animali, all’uomo (‘a sua immagine e somiglianza’) e alla donna.

EGIZI

Nella versione menfita derivò tutto dal cuore e dalla parola di Ptah. Per gli eliopolitani l’Oceano generò Atum che creò Shu, e Tefnut, , il Vuoto e l’Umido, da cui nacquero Geb e Nut, la Terra e il Cielo, da cui originarono Osiride, Iside, Seth e Nefti; da questi sorse l’umanità. Per i Tebani dalla collina di fango emersa dalle acque si generarono quattro divinità primitive maschili con testa di rana e quattro divinità femminili con testa di serpente; in seguito si credette ad un Uovo primigenio creato dagli dèi che generò il dio Sole Amon. Successivamente le credenze si fusero accomunando in un’unica divinità prima Ra e Atum poi Ra e Horus.

GIAPPONESI

Rispettando precisi rituali, altre volte trasgredendo, il dio Izanagi e la dea Izanami si accoppiavano generando, o non generando, il frutto della loro unione, consistente nella creazione di nuove isole e di nuove provvidenze per la comunità.

INCA

In tempi primordiali, quando la Terra era immersa nel buio, dal lago Titicaca emerse il dio Con Tiqui Viracocha con alcuni altri uomini. Egli creò il Sole e le altre stelle e modellò altri uomini e nuove donne già incinte, tutti mandati in giro per il mondo a popolarlo.

INDUISMO

In molte versioni non crede nel tempo unidirezionale ma in una Ruota del Tempo, con ripetizioni cicliche di circa 4 miliardi di anni, governate dalla Trimurti costituita da Brahma, Visnu e Siva (Creatore, Preservatore e Distruttore). Per loro la creazione si fonde con la evoluzione e la distruzione che generano successive creazioni. La divinità non giace fuori del  creato ma all’interno di ciascun individuo vivente.

INUIT

IL mondo nacque dalle bizze di un folletto in sembianze di corvo. Una prima terra emersa dalle acque poteva ospitare una sola famiglia. I suoi componenti ingaggiarono una lotta per appropriarsi di una sacca contenente la luce. La sua rottura accidentale, causata dal corvo, avviò il processo di separazione della luce del giorno dal buio della notte. Si afferma che gli Eschimesi vivono del presente senza interrogarsi troppo sull’origine  e sul destino degli uomini: «gli Eschimesi non pensano mai molto al di là».

MAYA

Nella primordiale desolazione di cielo e terra, gli dèi pativano di non poter disporre di esseri adoranti. Crearono piante e animali senza ottenere beneficio. Crearono un uomo col fango che però risultò instabile e debole e si sciolse nella pioggia. Crearono uomini di legno, operosi e senza cervello. Anche questi furono spazzati via dai temporali, salvo pochi scampati nella foresta e divenuti scimmie. Infine furono creati uomini con mais e bevanda di mais, dotati dei sensi e della parola. Questi erano saggi, riconoscenti e rispettosi. Poiché questi uomini apparivano sempre più simili ai loro creatori fu deciso di limitare le loro capacità annebbiandone la vista dell’intelletto.

MAORI

Dapprima esistevano solo il Vuoto e la Notte. Ne derivarono il Cielo e le Terra che partorirono numerosi figli destinati a presiedere singole forze della Natura ma a vivere nel buio. Questi, desiderosi della luce, obbligarono i genitori alla separazione ma ne sorsero le cose animate ed inanimate del Mondo e da queste sortì l’uomo. Le piogge sono le lacrime di dolore del padre Ranginui, le nebbie delle foreste sono i sospiri della madre Papatuanuku.

MITOLOGIA GRECA

Nella ricostruzione di Esiodo il Mondo nacque dal Caos che generò Gea, Tartaro, Eros, Nyx ed Erebo (la Terra, gli Inferi, la Notte e le Tenebre degli Inferi). Da Gea nacquero altre divinità fino a Crono. Questi generò sei fratelli che si assegnarono rispettivamente: Zeus il Cielo, Poseidone il Mare, Ade il sottosuolo, mentre la Terra restava governata insieme da tutt’e tre.

MITO NORRENO

La brina produsse i primi esseri viventi e questi crearono l’Universo. Il corpo smembrato del primo gigante di ghiaccio,Ymir, servì per ottenere la Terra, il suo sangue alimentò il mare, il suo teschio sostenuto da quattro elfi, Nord Sud Est Ovest, formò il Paradiso. I Giganti del Fuoco, Muspell, crearono la Luna, il Sole e le altre stelle.

POLINESIANI

La divinità primigenia Astan Gabum creò prima la Terra poi una grande varietà di animali, tra i quali sortì l’uomo per errore involontario.

TAOISTI

Sostiene il Tao come forza creatrice del Bene e del Male, Yin e Yang, elementi primigeni di ogni essere vivente. Un Taoismo più recente ritiene il Mondo nato da un Uovo Cosmico rotto alla nascita di Pangu e suddiviso in Cielo e Terra.

ZOROASTRISMO

Zoroastro concepì il Mondo caratterizzato dal dualismo del Bene e del Male. Il suo fondatore Mazda creò per gli uomini 16 terre di piacere mentre il suo gemello Mainvu aggiunse malattie e perversioni.

 

 

MERITA CONSIDERARE CHE GLI ASSUNTI DI TUTTE LE RELIGIONI, COSÌ COME COMUNEMENTE CONOSCIUTI E COME SOPRA SOMMARIAMENTE RIPORTATI, ESSENZIALI SEMPLIFICATIVI COMPRENSIBILI, VANNO DEPURATI DEI RIDUTTIVI SIGNIFICATI SIMBOLICI ED ALLEGORICI ED ARRICCHITI DEI PIU' SOTTILI VALORI DI ESTENSIONE DEI CONTENUTI CHE POSSONO ALLARGARSI TANTO DA ABBRACCIARE INTERPRETAZIONI COMPLESSE E TALVOLTA SORPRENDENTEMENTE DIVERSE DAGLI APPARENTI SIGNIFICATI LETTERALI.


 
 

 

joomla template