Chi è online

 13 visitatori online

TOMBE NELLE CHIESE


             Nel Medioevo partì l’usanza della sepoltura nelle chiese o negli spazi ad essa consacrati, o comunque prossimi, poiché si intendeva beneficiare del privilegio di godere il riposo eterno nelle adiacenze delle tombe dei martiri. La crescita demografica delle nuove città e l’insorgere di problemi igienici portò al divieto dell’usanza ed alla creazione di appositi cimiteri lontano dagli abitati.

             Il beneficio restò circoscritto a Prìncipi e facoltosi, spesso benefattori o finanziatori della costruzione delle chiese, già proprietari di cappelle o altari laterali.

  

RE LUIGI XII in SAINT DENIS, PARIGI.