Chi è online

 31 visitatori online

SANGUE


Il sangue svolge la funzione nutritiva e connettiva dei vari organi del corpo umano; in tale veste risulta indispensabile alla corretta sopravvivenza dell’uomo nel pieno sviluppo della sua evoluzione. Siffatto carattere può far ritenere il sangue come essenza o come contenitore dell’anima o quantomeno quale suo elemento principe.

    Nessuna cultura ha accreditato al sangue il carattere di sede dell’anima eppure nel linguaggio e nella letteratura d’ogni tempo sono numerose le accezioni che vedono il sangue come elemento connesso a svariate funzioni psichiche che guidano i sentimenti e le scelte comportamentali dell’individuo.

    Di un atteggiamento innato non acquisito né improvvisato, in qualcuno, oggi si dice che è nel suo DNA, una volta si diceva che ce l’aveva nel sangue. l’antica popolare espressione ‘avere nel sangue’ ci fa pensare che evidentemente si era orientati a credere che la forza dello spirito di una persona provenisse o fluisse dal sangue.

    La Treccani elenca testualmente i seguenti riferimenti al sangue, scritti e parlati, distinguendoli in categorie di forma e di sostanza.

 - Con significato prossimo a «vita umana»: dareversare il sangue per la patria, morendo sul campo di battaglia;

 - In senso figurato di Essenza vitale, sede della vita e dei sentimenti: non avere più una goccia di sangue nelle vene, sentire che la vita, le forze vengono meno; avere (una qualitànel sangue, avere una disposizione, buona o cattiva, profondamente radicata in sé (ha la musica nel sangueha la disonestà nel sangue); sentirsi qualcosa nel sangue, avere un presentimento particolarmente vivo e insistente; con riferimento a persona, avere qualcuno nel sangue, amarlo profondamente, essergli intimamente assai legato.

  - In senso figurato di stato d’animo, di insieme degli atteggiamenti spirituali e delle passioni, specialmente  violente, di una persona, in quanto tutto ciò sembra essere in stretta relazione con diversi stati della circolazione del sangue, esercitando influenza su questi o, al contrario, essendone influenzato: guastarsi il sangue, irritarsi fortemente, arrabbiarsi; farsi cattivo sangue (o il sangue cattivo; anche,il sangue amaro), tormentarsi, rodersi l’animo, prendersela molto a cuore; averenon avere buon sangue per qualcuno, averlo o no in simpatia; antico, andare a sangue, andare a genio; tra loro non corre buon sangue, non ci sono buoni rapporti, esiste animosità, acredine; il sangue gli salì alla faccia, come manifestazione esteriore d’ira, di sdegno, di vergogna; il sangue gli andò o gli montò alla testa, di chi è improvvisamente invaso dalla collera, dal furore; sentirsi rimescolarerivoltare il sangue, provare grande turbamento, avvertire un sentimento di ribellione, di ripugnanza, di sdegno; sentirsi ribollire il sangue, esser vicino a scattare per lo sdegno, per l’ira; il sangue gli fece un tuffo, a causa di una violenta e improvvisa emozione; sentirsi gelare agghiacciare il sangue, allibire per il terrore; avere il sangue caldoil sangue bollente, avere un temperamento focoso, facilmente infiammabile d’ira, d’amore, di passione, o anche d’entusiasmo; con senso affine, sentirsi bollire o ribollire il sangue nelle vene; al contrario, non avere sangue nelle vene, essere di temperamento freddo, insensibile, incapace di entusiasmo, di calore, di reazione e sim. (con significato analogo, bisognerebbe non avere sangue nelle vene, per non sdegnarsi, per non reagire, per non sentirsi invasi dalla passione o dall’entusiasmo).

Come locuzione avverbiale, a sangue caldo, nel pieno dell’entusiasmo, dell’ira, della passione; più comunemente il contrario, a sangue freddo, a mente fredda, con piena consapevolezza delle proprie azioni, oppure freddamente, senza scomporsilo uccise a sangue freddo. 

In altri casi, sangue freddo, impassibilità, piena padronanza di sé e dei proprî nervi, che permette la visione realistica delle cose e una fredda obiettività di giudizio; conservaremantenere il sangue freddonon perdevano il sangue freddomostrare sangue freddo; come raccomandazione a mantenere il controllo di sé: sanguefreddomi raccomando!calma e sangue freddo!, spesso in tono ironico con riferimento a chi si agita troppo o mostra impazienza.

      Alla nobiltà della sua funzione vitale non fa riscontro un aspetto esteriore di pari dignità espressiva; la natura di fluido lo priva di forma e personalità propria: non possiede l’avvenenza dei solidi né l’astrattezza dei liquidi né la magia dei gas. Forse questo ha concorso a screditare il sangue della valenza di anima e di sua sede.


 

 

 

 

 

joomla template